cerca

Auto: interventi dello stato finalizzati alla sicurezza

28 Gennaio 2009 alle 10:21

Ho letto con interesse l’articolo di Michele Arnese e ne sono sostanzialmente d’accordo, ma… Ma è anche vero che l’indotto auto è un settore molto importante per l’economia nazionale. Interventi dello Stato? Io direi di si, ma finalizzati alla sicurezza. Un motivo è che non è facile per lo stato reperire le risorse economiche, ma gli incidenti sono un costo per la collettività. La sicurezza può essere un ritorno di investimento. Inoltre, a parte assurde superstizioni autarchiche, la “distinta base” di ogni modello di ogni marchio vede implicati diversi paesi del globo. Ma mentre l’assemblaggio può essere fatto anche in altri paesi con costi minori, la progettazione dei modelli, lo studio della componentistica, l’innovazione viene fatta proprio nei nostri paesi. Ricordo anche che se un genere alimentare causasse centomila intossicazioni l’anno di cui cinquemila mortali, sarebbe vietato. Le cifre del nostro sistema dei trasporti sono peggiori. Non dico vietarle, ma la occorre migliorarle

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi