cerca

Lezioni americane?

27 Gennaio 2009 alle 20:15

Leggo sul Corriere del 26 Gennaio la lettera di un lettore che invita i "cattolici nostrani" a prendere esempio da Obama che "ha pregato in raccoglimento durante la cerimonia di inaugurazione e poi alla Casa Bianca si è spogliato della sua religiosità e ha firmato due importanti leggi laiche sull'aborto e sulle cellule staminali". A me sembra che ci sia una certa differenza tra il mediare il proprio credo religioso (o la propria ideologia politica) con le sensibilità altrui e il manifestare pubblicamente una fede e contemporaneamente sconfessarla facendosi finanziare la campagna elettorale dalle lobby abortiste e farmaceutiche a cui pagare il tributo politico non appena eletto. Nel primo caso parlerei di coerenza, nel secondo di ipocrisia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi