cerca

Caso Richard Williamson

27 Gennaio 2009 alle 18:30

Quel vescovo è di nuovo un apostolo del Signore Gesù, e sarà un Pastore del gregge cristiano a lui affidato, dovrà annunciare la Verità. Con tutto il rispetto per il Santo Padre capisco la revoca della scomunica per i vescovi consacrati da un Cardinale ribelle. Ma non riesco a comprendere l' estensione di questo beneficio ad un sacerdote che nega "per fede" un fatto storicamente (e tragicamente) avvenuto. Non è falsa testimonianza? Mi auguro che Benedetto XVI, grande adoratore dello Spirito Santo, chiarisca presto questi dubbi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi