cerca

Noi poveri orfani del coservatorismo anglosassone

26 Gennaio 2009 alle 14:20

Che il Presidente B.H.Obama sia l'uomo della svolta è fuori di ogni dubbio ma quando questa svolta si possa delineare in modo positivo per il mondo occidentale sarà da vedere. Per quanto nella sua fine retorica sia stato capace di suggestionare tutti parafrasando ogni singolo Presidente-simbolo che lo ha preceduto sembra che la sua vera Opera Politica si uniformi più al dirigismo di matrice europea e questo nuovo asse socialista Sarcozy"Le laissez-faire c'est fini"-Obama dovrebbe gettare nello sconforto più profondo tutti coloro che ancora un po' credono ai principi del Liberalismo... Forse si è dimenticato, da parte di molti, che l'America ha sempre potuto accogliere i poveri, gli affamati e gli indifersi solo perchè era ricca di Liberi e Forti. Senza quel faro di ostentata libertà calerà il buio su tutto l'occidente...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi