cerca

Il destino di un barista

26 Gennaio 2009 alle 17:40

Dalla Gazzetta di Reggio (leggi: Repubblica). "E' solare, sereno, entusiasta, puro, come solo un ragazzo down sa essere. E soprattutto si sente realizzato e considerato. E' così Massimo, diventato in questi giorni il barman più famoso di Reggio [...]". Massimo, signori, è affetto dalla sindrome di Down, ma la cosa non gli impedisce di essere un ottimo barista e per di più benvoluto da tutti. Anche da quegli stessi giornalisti che due pagine prima generalmente gridano allo scandalo davanti a chi si professa anti-abortista. Ma signori, dov'è il problema? Il grande Massimo, il povero Massimo, è lì che vi aspetta. I volenterosi - Mrs. Bresso in testa - sono ancora in tempo a rendergli ciò che "legittimamente" vorreste avergli assegnato. Il suo bar? No, la morte.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi