cerca

Dicasi coscienza /3

26 Gennaio 2009 alle 14:00

Mi riaccodo al Sig. Baldassarri e mi permetto di chiedere risposte pertinenti. Ammesso che essere più buoni sia un vantaggio evolutivo (ma allora perché non evolvere direttamente buoni?), per un materialista questa bontà si dovrebbe poter descrivere, come dice Zichichi, con le leggi dell’elettromagnetismo, cioè in ultima analisi con le quattro equazioni di Maxwell, dove la coscienza non compare. E non si può sorvolare sull’evoluzione del tratto più caratteristico della nostra specie asserendo che l’evoluzione della stessa è evidente, per poi usare questa ‘evidenza’ per ‘dimostrare’ che la coscienza si è evoluta. Mi permetto anche di dare io una modesta risposta al Sig. Baldassarri, dato che non l’ha fatto ancora nessuno. Quando penso a una casa, ciò che avviene nel mio cervello per me CORRISPONDE al pensiero di una casa, mentre per un materialista E’ il pensiero di una casa. Così, per un materialista, i gravi danni neurologici subiti dalla povera Eluana Englaro l’hanno privata della coscienza, mentre io più umilmente mi chiedo se quel tipo di input che la sua coscienza (probabilmente) non riceve più, oltre ad avere il ‘volume’ più alto, fosse anche l’unico e il più interessante.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi