cerca

11.09.01

23 Gennaio 2009 alle 07:00

Bello era bello, il fiume popolare ordinato, muto, sacrale (altro che Papa e Mecca!), la musica, lo squillo di trombe al suo ingresso, la voce potente e vellutata come solo un negro può avere. Ascolto, mi alzo, a tratti mi emoziono, poi parla del coraggio, parla del vigile del fuoco e io sento che sta per arrivare il momento più alto, ecco, il simbolo del coraggio civile di una nazione chiassosa, colorata, forte e buona come quel pompiere di New York, come gli eroi di Ground Zero e aspetto che da quella voce escano fuori le parole d'ordine... invece, niente, i guru di Obama non lo hanno previsto, mi ridesto e mi rendo conto che durante tutto il disorso non ho ancora sentito citare una volta le Torri Gemelle, l'11/09 e aspetto. Non arriverà; questo più di qualsiasi altra cosa mi ha spiegato meglio chi è il 44° Presidente degli U.S.A. e non mi è piaciuto, per niente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi