cerca

Quando il troppo "stroppia"

19 Gennaio 2009 alle 13:59

Sono un laico, un ateo, un agnostico o qualunque altra cosa che significhi "non credere in Dio", dio cristiano o musulmano che sia. Questo non significa che il sottoscritto non rispetti la religione (soprattutto quella cristiana) e i meccanismi di fede che ruotano attorno e dentro essa. Penso altresì che i credenti debbano avere il massimo dell'attenzione e - come dicevo - del rispetto. Mediatico, ideologico, politico e sociale. Senza ruffianerie o piagnistei. Nè miei, ne loro. Ma su questo "Hide Park" mi pare che si stia esagerando. O perlomeno, questa è la mia impressione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi