cerca

Oltre la guerra

12 Gennaio 2009 alle 14:45

Sono troppe le voci che denunciano che a Gaza i feriti non vengono adeguatamente soccorsi, che morti e vivi sono lasciati insieme tra le macerie, come quei quattro bambini trovati sfiniti dalla fame di giorni accanto alla madre morta. La guerra, si sa, è naturalmente annientatrice («Chi parte per la guerra, ha già perso», diceva G.P. II). Tuttavia può porsi, dentro un odio antico e tenace come quello che prolifera in Medio Oriente, la necessità di difendersi per sopravvivere, quella che Israele invoca, stretta con il suo piccolo territorio in mezzo a un oceano di Paesi ostili. E allora si spara, con armi definite intelligenti; si sbaglia, talvolta di molto; si colpisce nel mucchio, e nel mucchio, magari usati come ostaggi, i più deboli sono sempre tantissimi. Ma fino a qui è la guerra. Dopo, però –quando le armi tacciono– quello che accade dei feriti, dei morti, non è più propriamente 'guerra'. Nella tregua si lascia che i feriti siano soccorsi, si seppelliscono i morti: perfino gli eserciti dell’antichità si concedevano questo frammento misero di pace, dopo la battaglia. Oltre la guerra c’è un confine, e da ben prima che fosse scritto nel diritto internazionale: è già nella voce di Antigone, che contro la legge di Creonte dà sepoltura al fratello, pronta per questo a morire. Ecco, anche chi ha ben presente come sia stretta Israele in mezzo agli incombenti nemici non può non dubitare fortemente che questo confine, laggiù, sia stato superato. Qualcuno obietterà che il ' confine' a Gaza lo hanno polverizzato, 4 anni fa, quei militanti di Hamas che esibirono pubblicamente brandelli del corpi dei soldati nemici. È vero. Ma quello fu il gesto neobarbarico di palesi terroristi. L’esercito di Israele invece è l’esercito di un Paese democratico, nato nella tradizione della più antica fede monoteista. L’esercito d’Israele non può trascurare i feriti e i morti, senza mancare di rispetto a se stesso e alla sua storia, che poi è alla radice dell’Occidente cristiano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi