cerca

Israele e Gandhi

2 Gennaio 2009 alle 21:45

Perché siamo noi, ed Israele è noi, che dobbiamo fare il primo passo se di là Gandhi non sanno nemmeno chi sia. Perché è il più forte che aiuta il più debole. Perché è chi conosce i diritti che può insegnarli agli altri. Perché chi ha conosciuto il male assoluto solo può evitarlo. Perché siamo noi la civiltà superiore, e lo dico seriamente. Perché, come insegnava Gandhi, io che conosco l'amore posso insegnarlo agli altri, e non viceversa. Perché altrimenti c'è soltanto un altro Olocausto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi