cerca

Gender Christmas and happy new life

23 Dicembre 2008 alle 19:11

Sempre più spesso si sente invocare il principio del neminem ledere a difesa di posizioni culturali o filosofiche: si può pensare, fare e dire di tutto, purché non venga offesa la libertà altrui. Ieri il Presidente dell'Arcigay ha replicato al Papa invitandolo a pensare ad altro, ai veri dolori dell'umanità. Ma che cosa aveva detto di tanto inopportuno il Santo Padre? Semplicemente che si nasce. E che si nasce o uomo o donna. E che prescindere da questo dato significa andar contro la verità. Una simile affermazione avrebbe imposto un confronto onesto: è vera o falsa? Invece lo si è invitato a pensare ad altro. Neminem ledere, la verità non conta. L'importante è che non si offenda la sfera altrui. Come monadi in autogestione. La società non ha mai posto a proprio fondamento un simile principio che aveva carattere prettamente giuridico e mai sarebbe stato invocato in un dibattito filosofico o politico. Soprattutto non ha mai avuto carattere assoluto: trovava fondamento in altri istituti e in funzione di questi trovava la sua ragion d'essere. Oggi lo si invoca sempre e comunque, in qualsiasi ambito, come valore assoluto e irrinunciabile: è la dittatura dei desideri, che prescinde da ogni dato di realtà ed esclude ogni confronto, come se l'esistenza stessa della verità recasse offesa alla libertà individuale. Da parte mia penso che sia proprio così, penso che non possa essere che così, che finché continueremo a concepirci come dei e a voler disporre sempre di tutto, la verità, se non anche la realtà stessa, sarà sempre un'offesa alla nostra irrimediabile finitezza. Forse è il caso di cambiare prospettiva. Forse è il caso di iniziare a prendere sul serio noi stessi, il fatto che si nasce e che si muore e che ai nostri desideri non consegue l'automatico compimento. Forse è il caso di prendere sul serio le parole del Papa che non a caso afferma che il modo in cui siam fatti "non significa contraddizione della nostra libertà, ma la sua condizione".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi