cerca

Il flop della lista pazza e la Chiesa

18 Dicembre 2008 alle 17:18

L'ovvio è sempre il più difficile da cogliere. E a mio parere l'ovvio è che la Lista Pazza ha raccolto quattro voti perché non è credibile, non è possibile essere contro l'aborto e pro-life, e poi accettare tranquillamente la guerra come soluzione dei conflitti (in guerra si ammazzano le persone...) o dire che impiccare Saddam sia stato giusto,o non indignarsi un giorno sì e l'altro pure contro i Paesi in cui la pena di morte è lecita,o mostrare cinismo e tacciare di buonismo chi si dispera perché la gente oltre a morire abortita prima di nascere,muore a milioni per fame malattie guerre ingiustizie. La vita non può esser sacra solo quando ci fa comodo. Questo è il motivo per cui io atea contraria all'aborto non ho votato Ferrara né mai lo farei, e questo credo sia il motivo per cui la Chiesa se ne tiene ben distante e spesso anzi contraddice le opinioni del direttore di questo giornale. Non si posson tenere i piedi in due scarpe, e non si può credere che le persone non vedano né capiscano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi