cerca

Il perchè del perchè

17 Dicembre 2008 alle 18:00

Premettendo di non avere nessuna pretesa di immane verità assoluta, vorrei rispondere a Claudio Castelli nella sua domanda sul perchè la Chiesa non si schieri con Giuliano F. nella sua "sua solitaria battaglia per la vita". La prima cosa che mi è venuta in mente alla lettura di questa domanda, e sopratutto alla lettura della parola "vita" sono le migliaia di persone che nei secoli scorsi sono morte, uccise, impiccate, torturate, bruciate vive in nome di "una" Verità, assoulta, assolutistica, e che evidentemente poco aveva a che fare con il concetto di vita. Si giustifica un'istituzione mondiale come la Chiesa di "paura" di fronte a Hitler, come se le migliaia di devoti che hanno fondato quell'istituzione stessa dopo la morte di Cristo (alla quale va tutto il mio rispetto) non avessero "paura" della spada romana. Si giustifica la Chiesa, e la si rispetta ancora alla luce degli orrori commessi negli anni e dell'arretratezza culturale nella quale versa il nostro paese... rimarrete solo in 4 vecchi a giocare a carte nel paesino di montagna, mentre giovani demotivati da una società retrograda emigrano in migliori luoghi dove poter sviluppare le proprie se pur scarse capacità...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi