cerca

Modesta proposta

15 Dicembre 2008 alle 14:10

Mi associo al Sig. Grasso nel desiderio di un confronto tra le posizioni di Allam e Buttafuoco, utile, di riflesso, ad evidenziare qualche intima contraddizione pur presente nel pensiero dei cosiddetti “atei devoti”. E’ curioso che la difesa dei valori cattolico-cristiani in Europa sia affidata ad un egiziano colto, integrato e convertito, non meno dell’abbraccio di un fine intellettuale siciliano ad una sacralità totalitaria vista quale salvezza dell’Occidente. Personalmente trovo eroico Allam, bersaglio dell’attuale commiserazione di quanti fino a ieri, lui musulmano, ne hanno fatto l’alfiere dell’integrazione nel novero del politicamente corretto. Primo suo scivolone per costoro il suo libro pro-Israele, la conversione al cattolicesimo ha fatto il resto. Tra i personaggi del Signore degli Anelli, Buttafuoco invece vestirebbe bene i panni di Saruman. Si può condividere la sua diagnosi - mutuata da Evola, motivo per cui se vogliamo è meglio rivolgersi all’originale - ma la terapia a base di iniezioni di islamismo è senz’altro sbagliata. Non credo si possa usare come contraltare all’esportazione di democrazia l’importazione di una spiritualità estranea e conflittuale. Una nostra sacralità l’abbiamo già. Il problema, se mai, è non farne una continua appendice morale, o peggio moralistica, dell’ideologia di volta in volta dominante, liberismo compreso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi