cerca

Su Dio e il dolore

13 Dicembre 2008 alle 10:43

Alla "domandona" di Daniele Conti provo a contribuire con una "rispostina", chiaramente eretica: ma se Dio ci ama ed è onnipotente, cosa gli avrebbe impedito, pur lasciandoci la nostra preziosa libertà, di inserirci in un contesto di leggi fisiche e biologiche meno sbilanciato verso il dolore e la sofferenza? Per me il fatto che, pur amandoci, non è affatto onnipotente, ahimè.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi