cerca

Dio e il dolore: (meta)fisica fondamentale

12 Dicembre 2008 alle 16:37

Ma che meraviglia! Solo qui si può parlare di queste cose, che sono le particelle fondamentali del cosmo. Chi parte alla scoperta del dolore, del dolore innocente, della sofferenza, è come un fisico nucleare che parte alla ricerca del subnucleare per capire i meccanismi fondamentali della natura. La sofferenza degli innocenti è il massimo mistero del cosmo, i fisici la chiamerebbero la più grande discontinuità, ed è nelle discontinuità che si provano le leggi della natura. Lì Mancuso ha perso la fede (diciamolo), e come lui una moltitudine. Lì in tanti hanno sperimentato Dio. Buon proseguimento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi