cerca

La rimozione del dolore

11 Dicembre 2008 alle 19:45

Craig è andato a morire alla clinica Dignitas in Svizzera. Ha voluto che la sua morte fosse ripresa e trasmessa da Sky: "Non posso più muovere neanche gli occhi, come faccio a far capire cosa provo? Che vita è la mia?". Di fronte a tanto dolore, il silenzio. Nessuno può giudicare il suo gesto. Ma i gesti di chi intorno al suo gesto si muove, si può. Viviamo in un mondo e una società che si sono profondamente evoluti, e nelle quali le stesse percezioni- e le possibilità - dell'uomo sono profondamente cambiate nel tempo. Certamente, in modo inferiore ai cambiamenti esteriori, materiali, tecnologici e culturali. Ma sia nella ontogenesi che nella filogenesi la capacità di attraversare il dolore è sempre stato un elemento di sviluppo della nostra civiltà e della coscienza interiore. Coloro che hanno la forza e il coraggio di attraversare il dolore - fisico, psicologico, morale - e di continuare a difendere la vita, e il mistero dell'esistenza, come di doni ricevuti - che affondano le loro radici in paradigmi chiusi alla normale cognitività e aperti alla gnosi - sono anche coloro maggiormente in grado di DARE al resto della società: aiuto e guida. Il lutto, elaborato, aumenta e sviluppa le facoltà emotive e intellettuali. Chi attraversa il dolore - in breve - è in grado di avvicinarsi a una coscienza più vasta, alla propria anima; perde l'egoico punto di vista personale e accede al "punto di vista di Dio". Norbert Elias denunciò la "solitudine del morente" non certo per spingere all'eutanasia. Ma per migliorare la società e renderla piu'umana, attraverso l'azione. Chi soffre va ascoltato, accudito, amato: non eliminato. Chi attraversa il dolore - chi ce la fa e anche chi non ce a fa - va incluso NELLA società, perchè il dolore è parte dell'esistenza, come la morte è parte della vita. Ma il dolore in sè caratterizza l'esperienza. Pensare di disfarsene, operandone la rimozione dall'esterno, "overnight", è un desiderio estremo, utopistico, il tentativo compiuto per sradicarlo dall'esperienza ha un prezzo; e non sappiamo quale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi