cerca

E ora basta

10 Dicembre 2008 alle 13:25

Lo squallido spettacolo offerto dalle procure campana e calabrese, con sequestri incrociati, perquisizioni anche corporali di sostituti procuratori (si,però dopo le 7 di mattina...sic!) mettono a nudo, ove ce ne fosse bisogno, per l'ennesima volta una degenerazione del sistema e degli equilibri (?) che vigono nel pianeta giustizia. Il csm trasferendo i capi delle due procure protagoniste del fattaccio ha solamente tentato di curare un cancro con l'aspirina: al limite andavano rimossi e trasferiti tutti gli interessati, dal primo all'ultimo. Per molto meno l'anm non ha mai esistato a stracciarsi le vesti, e quando il potere esecutivo e legislativo tentano timidamente di metter ordine in un sistema ormai allo sbando vengono redarguiti ed additati come moderni Hitler che minacciano l'indipendenza dei magistrati. Basta, non se ne può più: se un pm può essser messo in mutande, mi chiedo cosa mai rischi un comune cittadino, ancor più esposto all'uso pretoriano della polizia giudiziaria. La separazione netta, inequivocabile, definitiva delle carriere potrebbe perlomeno contribuire ad evitare commistioni abnormi tra giudicanti ed inquirenti, garantendo alla difesa, come dovrebbe essere in uno stato di diritto, stesse prerogative e possibilità oggi esclusivo appannaggio dell'accusa. In secondo luogo, le procure a mio avviso dovrebbero essere messe in condizione di render conto dei milioni di euro che a volte vengono sperperati per indaginie intercettazioni tutto sommato irrilevanti (ma a qualcuno fregava niente degli intrallazzi pruriginosi delle starlettes e pseudovips di Corona? Eppure pare che siano stati sprecati 6 milioni di euro in intercettazioni, quando mancano i soldi per fotocopiatrici, straordinari e materiale di cancelleria). L'obbligatorietà dell'azione penale resta uno specchio per gli allocchi; è lapalissiano che si perseguono reati e persone a seconda del criterio (o del capriccio) del singolo magistrato inquirente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi