cerca

W la libertà

6 Dicembre 2008 alle 14:00

Lo Stato finanzia i circoli ARCi, l'Istituto Gramsci, i centri sociali di tutti i tipi da quelli per anziani che giocano a carte a quelli dove ci si fa le canne e i giochi di ruolo. Ci sono comuni, provincie e regioni che finanziano lautamente associazioni culturali di sinistra (ovviamente), giornali e giornaletti di sinistra, cineforum noiosissimi dove non va mai nessuno, concerti musicali e via con lo spreco dei soldi che ci prelevano dalle buste paga. Mi si dirà: è una ricchezza del Paese che non va dispersa, è il segno di una società culturalmente vivace e intraprendente, un patrimonio di tutti..... e le scuole non statali no?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi