cerca

Chapeau alla Cgil

6 Dicembre 2008 alle 17:00

Non ho particolari simpatie per il primo sindacato italiano e non solo perché sono un ex sindacalista della CISL, ciononostante ho un grandissimo rispetto per la CIGL. Negli ultimi tempi aveva perso la bussola, secondo me. Con la crisi economico/occupazionale imminente, la scelta di indire lo sciopero generale per il 12.12, e che un mese fa sembrava una boiata pazzesca, mi sembra strategicamente oltre che necessaria, doverosa, perché il governo non la sta in sostanza affrontando. O la crisi non c’è... ma se la crisi è alle porte, occorre qualcosa di più di una social card! Tanto di cappello quindi stavolta alla CGIL sia perché è rimasta l’unica “cosa” di sinistra e come tale deve essere presa sul serio e sia perché è sempre bello vedere un’uomo o una moltitudine che combatte sola contro (quasi) tutti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi