cerca

Pakistan - All'ombra dell'Isi

1 Dicembre 2008 alle 14:00

L'assalto a Mombai è l'ennesima dimostrazione della furia del terrorismo islamico, è stata questa la rapida conclusione che hanno tirato la maggior parte dei giornali e dell'opinione pubblica. E se dietro tutto ciò ci fosse effettivamente l'Isi, il servizio segreto packistano, come sostenuto da molti analisti? Ormai da lungo tempo si parla del doppio gioco portato avanti dall'Isi nell'area, infatti,come sostenuto da un rapporto dell'intelligence spagnola, alcuni settori dei servizi segreti e dell'esercito packistano supporterebbero la guerriglia talebana in Afhanistan e sarebbero parte attiva in numerosi attacchi avvenuti in territorio indiano. La recente purga ai vertici dell'Isi operata dal neo-eletto presidente Zardari, che ha sostituito i vertici dei servizi segreti nominando Shujaa Pasha alla leadership, sembra non aver sortito ancora gli effetti desiderati. I fatti di Mombai vanno dunque letti in una ottica di lungo periodo e dovrebbero fare riflettere sopratutto sulla effettiva affidabilità degli alleati scelti per contrastare l'ormai dilagante fenomeno del terrorismo di matrice religiosa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi