cerca

"Dell'autodeterminazione"

25 Novembre 2008 alle 16:15

In relazione al "Caso Englaro" mi sorge un dubbio. Siamo così sicuri che sia indice di libertà prevedere che mediante il così detto testamento biologico io decida oggi quello che vorrò non si sa bene quando senza la possibilità, lasciata sempre a qualunque individuo, di cambiare idea? E se al momento di "staccare la spina" io non volessi e non fossi in grado di esprimerlo? E come posso essere sicuro che sarò in uno stato di incoscienza, chi lo definisce?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi