cerca

Villari e il Pd

21 Novembre 2008 alle 12:00

Dunque. Il Senatore Villari, eletto presidente della commissione di vigilanza sulla RAI (organo e funzione che dovrebbero far rabbrividire e sulla quale nessuno dice niente di interessante), ha detto, nell'ordine: A) mi dimetto; B) mi dimetterò non appena verrà trovato un accordo sulla presidenza; C) devo comunque parlare prima con le somme cariche istituzionali; D) per senso delle Istituzioni devo svolgere le mie funzioni; E) sono un presidente democraticamente e regolarmente eletto e ho il dovere di esercitare le mie funzioni... Insomma, il Senatore Villari dice tutto e il contrario di tutto ma, in fondo in fondo, fa quello che, a suo modo di vedere, più gli conviene. L'On. Veltroni, indignato, in quattro e quattro più o meno otto convoca una riunione per espellerlo dal Partito Democratico. Che cosa strana! Il PD espelle uno che ha esattamente il modus operandi del suo segretario.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi