cerca

sac. prof.

21 Novembre 2008 alle 18:30

ecco, mi piacerebbero un paio di righe, una frase, ma basterebbero anche un paio di parole, che so in un momento come questo un semplicissimo "Salvate Eluana". Invece niente, ma facciamo maggiore attenzione al virgolettato ed alla punteggiatura quella si' e' roba che conta, quasi come la lesa autorita'. C'e' ancora chi ritiene che la fede non ha e non puo' avere zone grigie, o aperture di qua e di la' magari per tenere conto di esigenze pratiche e di cio' che conveniene o che e' opportuno. Il concetto di vita per un cristiano a mio avviso non dovrebbe essere un termine da dizionario mutevole come la scienza che vorrebbe definirla, spesso per interessi economici o scientifici ben nascosti da motivazioni politically correct. Certo, prima o poi si deve morire e per un credente la vita eterna e' ben piu' importante di quella terrena, ma cio' non significa affatto che possiamo disporre di quella terrena e decidere noi quando si nasce e quando si muore. Questo a mio avviso e' ancora piu' vero per un non credente, che ritiene che con la morte tutto finisca. Entrando adesso nello specifico dell'articolo citato vorrei solo dire che Luca 12,4 dice appunto: "Non abbiate paura di quelli che possono togliervi la vita, ma non possono farvi niente di piu'". Non autorizza pero' a toglierla quella vita e a dirla tutta non vorrei essere nei panni di chi quella vita la toglie.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi