cerca

La privacy e i figli

21 Novembre 2008 alle 19:50

La famiglia è ridotta ai minimi termini...lo sanno tutti; forse pochi pensano che, però, cose apparentemente di scarso valore contribuiscono alla crisi della famiglia e della funzione genitoriale al pari di cose di maggiore consistenza. Ad esempio come posso io fare il genitore con responsabilità, se mio figlio maggiorenne può a suo piacimento decidere che io non devo sapere nulla del suo andamento scolastico (ad esempio compiti in classe o colloqui con i professori)? Posso io svolgere passabilmente la funzione di genitore se lo psicologo della scuola può scientemente lasciarmi allo scuro dei colloqui con mio figlio? (qui si inserisce la lobby dei psicologi che volutamente vogliono esautorare la funzione genitoriale). Sono solo alcuni dei tanti esempi che riguardano la marginalizzazione strisciante della famiglia. Quello che è il colmo che poi ci si chiede di fronte a drammi giovanili:ma cosa ha fatto la famiglia per prevenire il dramma? Nulla, perchè non poteva fare alcunchè

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi