cerca

Tema su Eluana

20 Novembre 2008 alle 21:10

Che differenza c’è tra bene e male? Il bene..Il male..Due parole che trasmettono tantissime sensazioni: gioia, tristezza, felicità, odio e anche molte azioni: l’amore, l’uccidere. Queste parole spesso vengono capovolte e usate al contrario come nel caso di Eluana,una ragazza che è in stato vegetativo da 17 anni, nei quali non poteva ne’ parlare ne’ camminare. Ma è viva! Eppure il padre vuole sospendere l’alimentazione affermando che è per non farla più soffrire.Quest'ultimo ha dichiarato che finalmente l’avrebbe liberata da inutili sofferenze. Ma allora uccidere una persona incapace di decidere volontariamente è giusto? E quindi è bene? Secondo me NO perché comunque è una vita. Ok non può più parlare ne’muoversi, ma test specifici hanno dimostrato che sente e vede quello che la circonda e quindi ucciderla sarebbe un omicidio! Ma la cosa più sconcertante è che la legge “approva” questo omicidio, ma se non soccorri una persona che “si butta dal bastione” commetti un reato. Quindi la legge è stata fatta per garantire il bene di tutti i cittadini? A me sembra che si usi per decidere del destino delle persone, sia facendo del bene,sia facendo del male! Eluana è ricoverata nell’ospedale “Beato L. Talamoni" di Lecco dove è assistita dalle suore “misericordie” che vogliono continuare a prendersene cura anche senza il consenso del padre, perché credono(e io con loro) che non si può decidere quando morire e questa affermazione è imprescindibile. Questo mio esistere per un motivo, mi deve far capire che c’è Qualcuno più grande di me, che va oltre la vita, la morte, e tutto quello che mi circonda e mi vuole bene. Ma anche se non esistesse questo Qualcuno così grande (come molti studiosi affermano) e la vita si è creata da sola, non è un buon motivo per “buttarla” solo perché uno non può più interagire con le altre persone. Quindi è una mostruosità uccidere Eluana.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi