cerca

Quando la politica prevarica sulle Istituzioni

17 Novembre 2008 alle 15:09

Il caso Villari è emblematico. Sono mesi ormai che l’agenda politica registra ai primi posti il braccio di ferro tra maggioranza e opposizione sulla nomina del presidente della vigilanza Rai, nonostante il mondo sia dilaniato da una crisi economica senza precedenti. Entrando nel merito, è giusto che la nomina spetti all’opposizione e non mi pare che questo principio venga messo in discussione da nessuno. Tuttavia è altrettanto comprensibile che il prescelto risponda a criteri di oggettività e garanzia come è proprio nello spirito del ruolo che andrà ad occupare. Secondo la maggioranza ( e non solo) questa condizione non è soddisfatta nel caso di Orlando, quindi sarebbe auspicabile una rosa di nomi, formulata dall’opposizione, che risolverebbe definitivamente il problema. D’altra parte Villari , che fino a qualche giorno fa era considerato dai colleghi del PD un politico accorto e illuminato , dopo la nomina è improvvisamente diventato un transfuga e un venduto. Siamo veramente convinti che per l’opposizione l’obiettivo sia quello di sanare un problema istituzionale o piuttosto di portare avanti una battaglia di basso profilo che con la politica vera a poco a che fare?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi