cerca

Eluana e testamento biologico

17 Novembre 2008 alle 14:30

Ci hanno spiegato che il testamento biologico è una cosa molto seria e ponderata, prevede tutta una serie di paletti, procedure rigorose, accertamenti della volontà autentica del soggetto, possibilità di ripensamento, consenso informato, dialogo medico-paziente etc etc. Belle e sagge parole, ma nella vicenda che ha portato alla sentenza su Eluana non ne ho ritrovata neanche una. Tutti questi concetti e queste procedure sono stati contraddetti e superati dai giudici. I primi a dolersene e anzi a protestare dovrebbero essere proprio i sostenitori di una legge sul testamento biologico che a questo punto non serve più. Non mi pare però che questo sia accaduto. Perché?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi