cerca

Cassazione su Eluana - Mi dissocio

17 Novembre 2008 alle 20:00

La sentenza della Cassazione che riconosce al sig. Englaro il diritto di porre termine alla vita della figlia Eluana costituisce una bestialità giuridica per il fatto che non esistono prove certe documentate e depositate della volontà dell'interessata. E' impensabile che in assenza di prove certe si infranga il principio di precauzione quando sia in gioco la vita stessa. Per questo motivo mi dissocio dalla sentenza e mi auguro che venga presto posto rimedio all'evidente errore.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi