cerca

Rispetto della vita/II

14 Novembre 2008 alle 15:40

Non so esattamente cosa pensi il Signore del caso Englaro (anche se ho qualche ragionevole sospetto). E non so se il mio Dio (che è Dio della vita e non solo della bella vita) è differente da quello di altri. Lo scoprirò a tempo debito. Riporto solo, al riguardo, le parole di alcune persone che “lavorano” per Lui: le suore della Clinica Beato Luigi Telamoni che in questo momento l’assistono. “Se c'è chi la considera morta” - dicono le religiose – “lasci che Eluana rimanga con noi che la sentiamo viva. Non chiediamo nulla in cambio, se non il silenzio e la libertà di amare e donarci a chi è debole, piccolo e povero”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi