cerca

Eluana, o del trionfo dell’Anticristo

14 Novembre 2008 alle 15:15

E bravi i nostri custodi del diritto. Alla fine hanno deciso loro, i giudici, che la vita di Eluana deve finire. Con buona pace, particolare oltremodo grottesco, dell’autodeterminazione di Eluana stessa. Tutto è stato deciso sulla base delle richieste del padre e su una frase a lei attribuita. Ora Eluana può finalmente morire di fame e di sete, esattamente come Terry Schiavo. E' così che a colpi di sentenze (prima di Eluana c’è stato il caso Welby a fare da apripista) in Italia è stata ufficialmente introdotta l’eutanasia. Lo scandalo della sofferenza e del male – perché di questo stiamo parlando - ha talmente accecato gli occhi e le menti di tanti, da far passare questa orrenda e sacrilega decisione come un atto di civiltà. Non solo. Saremo anche tutti più buoni, perché con i soldi risparmiati si potranno aiutare tanti bambini che in tante parti del mondo hanno bisogno di pane e acqua. L’epilogo, a meno di colpi di scena, di questa tristissima vicenda è che ha trionfato la Bestia. O se volete l’Anticristo, il campione dell’umanesimo, l’unico e vero amante dell’umanità, l’unico che conosce i desideri dell’uomo e che è disposto a tutto per soddisfarli. L’imperativo categorico è un solo: proibito soffrire, cancellare il male. In qualunque forma essi si manifestino. In altre parole, vanificare la croce di Cristo. So già l’obiezione: ciascuno è libero di vivere e di morire come gli pare e piace, dunque libero tu di vivere in base al tuo credo, ma non puoi costringere gli altri a seguire valori che non gli appartengono. Prima di ogni cosa c’è la libertà. Libertà un beato cazzo. Se tu vedi per strada uno che sta per buttarsi da un ponte che fai, gli dici prego, sentiti libero e magari gli dai pure una spintarella o fai di tutto per fermarlo? E non venitemi a dire che la cosa è diversa se c’è di mezzo una malattia, un’infermità e perfino una situazione cosiddetta irreversibile. La domanda è sempre la stessa: vogliamo essere per la vita o per la morte?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi