cerca

Padrini, padroni e ladroni

13 Novembre 2008 alle 10:11

A questo punto mi piacerebbe che il signor Stefano Longo di Taranto ci rivelasse, visto che ne sembra tanto informato da richiedere pene severissime, di quali reati si sia macchiato Moggi. Al di là della retorica macchiettistica dei titoli di giornali partoriti dall'italico "giornalista collettivo"... In cambio sarò ben lieto di elencare tutti quelli di cui si sono sicuramente macchiati Moratti e Sensi. Comunque ha ragione il sig. Longo in ciò che sottointende, e cioè che gli esiti sportivi del calcio italiano vengono sapientemente indirizzati dall'alto. Per convenienze politiche. Una piccola riprova? Si confronti il trattamento arbitrale di cui ha goduto la squadra di regime per eccellenza nell'era Sensi, e quella attuale dopo la sua scomparsa... Quando i padroni cambiano, i padrini guardano altrove...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi