cerca

Obama e la bomba

5 Novembre 2008 alle 16:55

Benvenuto, felicitazioni, ci voleva l'uomo nuovo, complimenti, clap, clap.... Finito il clamore, naturale dopo una elezione, veniamo ai fatti. Certamente Obama è un uomo nuovo. Nuovo come età, come pelle e come approccio al pubblico che a volte sembra Gianni Morandi. Ma occorrerà vedere cosa deciderà dopo. Dopo il suo ingresso alla Casa Bianca tante questioni sono da risolvere. Una però è "la principale questione" ovvero il rapporto con l'Iran ed il suo presidente. Mentre sappiamo molto su come Bush avrebbe agito contro i folli propositi nucleari iraniani, e altrettanto conosciamo delle intenzioni di McCain, di Obama ne sappiamo molto poco. Caro Obama la domanda è: quando Ahmadinejad annuncerà la realizzazione della bomba che farai? Domanda semplice, diretta e spaventosa. Altra domanda: Cosa farai se gli israeliani volessero risolvere il problema da soli? Ahmadinejad rilascia oggi dichiarazioni distensive sul miglioramento dei rapporti USA Iran ora che c'è l'uomo nuovo. Ma temiamo che siano le solite furbesche dichiarazioni volte a prender tempo e creare "la bomba". Ormai è solo una questone di tempo, ma dato che la follia iraniana è diretta verso la realizzazione dell'ordigno, occorrerà prendere una decisione efficace. Mi auguro che Obama sia anche il presidente delle decisioni difficili. P.S. Pensate quanto sarebbe stato ridicolo se Obama per arrivare alla Casa Bianca avesse proposto un referendum per l'abolizione dei grembiulini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi