cerca

Riforme o rivoluzione?

1 Novembre 2008 alle 19:00

Si osserva che non sono propriamente “riforme” scolastiche quelle combattute dai milioni di studenti, genitori, insegnanti che in difesa di sprechi, organici superflui, finta ricerca, abusi, poco studio e molta ignoranza marciano uniti (“patti scellerati” li ha definiti su “La Stampa” l’adamantino prof.Ricolfi ). Riforme? Il tentativo di invertire una tendenza regressiva di questa portata è una rivoluzione, tentata per il bene pubblico contro una grande struttura malata, parassitata e felice di esserlo; e come ogni rivoluzione non può attuarsi attraverso dialogo e convincimento, ma a solo a colpi di maggioranza, come Costituzione consente (anche qui la rivoluzione Gelmini è innovativa: le altre per lo più sono fatte da minoranze armate).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi