cerca

I perdenti

31 Ottobre 2008 alle 10:44

Mi rivolgo ai perdenti come me, a quelli non rappresentati, a quelli culturalmente inferiori e ideologicamente scorretti, a quelli mai iscritti ai sindacati o ai partiti, a quelli che non apprezzano Opzetek e non ridono con la Guzzanti, a quelli che non si sentono rassicurati da Emilio Fede e non invidiano qualche finto famoso su un’isola. A quelli che non credono più a questo paese, a quelli che non gridano in piazza le proprie idee, ma sviluppano forzatamente l’attitudine all’egocentrismo e al cinismo, che continuano a leggere sperando di cambiare idea. A quelli che hanno una laurea, ma non un lavoro e sopratutto un disperato bisogno di credere in qualcosa e in qualcuno, ma che finiscono per pensare che alla fine forse è meglio conformarsi al qualunquismo acritico, che paga di più. A quelli che leggono IL Foglio, come me, e al mattino, comprandolo, hanno l’illusione e un pizzico di compiacimento sentendosi un pò diversi e forse più liberi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi