cerca

Ancora su Papa Pio XII il...silenzioso "Con bruciante preoccupazione"

29 Ottobre 2008 alle 19:50

Se si va su Wikipedia e si cercano informazioni sulla Lettera Enciclica "Mit brennender Sorge" di Pio XI si leggono queste testuali parole, che sono storia: "La Germania nazista venne tuttavia ben presto meno ai patti (Concordato Stato tedesco-Chiesa del 20/7/1933): durante la vennero già uccisi dei dirigenti di organizzazioni cattoliche (notabilmente Erich Klausener al vertice della Katholische Aktion), mentre poco dopo iniziarono le persecuzioni anticattoliche. Il cardinale Eugenio Pacelli (futuro Papa Pio XII e allora nunzio apostolico a Berlino) rivolse invano, dal 1933 al 1939, 45 note di protesta al governo tedesco". Se 45 note di protesta e le persecuzioni anticattoliche, di cui sopra vi sembrano una ...bazzecola. Riguardo al Card.Pacelli, poi Pio XII, e del perché tanta segretezza nelle ...operazioni contro la Germania nazista: "L'enciclica reca la firma di Pio XI ma fu redatta in segreto dai cardinali Pacelli e von Faulhaber (arcivescovo di Monaco e Frisinga). Per non essere intercettata dalla Gestapo, fu trasmessa segretamente in Germania e tenuta nascosta dai parroci, spesso all'interno dei tabernacoli." Andare sulle pubbliche piazze e urlare ai quattro venti, invece di agire nel silenzio e (ove possibile) per via diplomatica, come vorrebbero oggi che avesse dovuto fare il Card.Pacelli/Pio XII sarebbe stata una mossa ...intelligente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi