cerca

Cristiani in Iraq e India: l'appello del Papa

28 Ottobre 2008 alle 10:30

All'Angelus di domenica 26 ottobre Bendetto XVI ha chiesto un impegno più deciso alle autorità civili e religiose a ristabilire la legalità e la convivenza. Il premier irakeno al-Maliki incapace di fermare le violenze a Mosul riesce solo a dire che la responsailità è di Al Qaeda. Saprà il primo ministro dare concretezza al grido del Pontefice? Il governo locale dell'Orissa ha lasciato che in due mesi venissero uccisi e violentati centinaia di cristiani, chiese e case bruciate e migliaia in fuga nella jungla per salvarsi. Saprà l'India proteggere coloro che hanno la "colpa" di aver dato amore e dignità agli "ultimi" ?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi