cerca

Scuola di populismo

25 Ottobre 2008 alle 09:00

E' sempre più difficile distinguere tra i "facinorosi" che affollano le piazze e i "facinorosi" che affollano gli studi televisivi, quando si tratta di discutere sulla scuola: ulteriore testimonianza che a fronteggiarsi non sono due culture politiche in grado di elaborare un proprio modello di scuola ma due populismi speculari che sottraggono sistematicamente al ragionamento e all'esperienza per legittimare reciprocamente se stessi. A destra incombe provvidenziale la figura demiurgica del Presidente Maestro, che dopo i "successi" del Presidente Aviatore e del Presidente Spazzino insegnerà agli italiani anche come si fa scuola, risparmiando pure un sacco di soldi; a sinistra Veltroni risponde proponendo di aprire un tavolo di confronto, ben sapendo che nella storia patria ogni tavolo aperto sulla scuola non si è chiuso mai più, lasciando tutto com'era (a proposito, non sarà per questa mania per i tavoli che una certa sinistra non ha più una sedia sulla quale sedersi?) Che tra i due populismi quello attualmente più pericoloso sia quello al potere, va da sé: ma un paese "normale", come si dice, non avrebbe prima di tutto dovuto distinguere tra scuola elementare, scuola media e università, e per ciascuno di questi ambiti convocare non un "tavolo" al quale siedono tutti (men che meno i sindacati) ma una rappresentanza ristretta di persone competenti (i rettori delle maggiori università italiane pubbliche e private, per esempio, ma anche il "ministro ombra" dell'opposizione e personalità di chiara fama acquisita nel settore su cui sono chiamate ad esprimersi)per doversi, entro un termine rigorosamente definito dal governo (perché è giusto che chi governa possa finalente decidere e cambiare le cose) pronunciare su una bozza di riforma che consenta alla ragione comune (se ancora esiste) di eliminare gli sprechi evidenti e le disfunzioni palesi, distinguendo caso per caso e volta per volta? Invece no: decretino approvato in 9 minuti e tutti in piazza contro la Gelmini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi