cerca

Sull'inquinamento - Egregio signor Grassi

23 Ottobre 2008 alle 13:11

Egr. sig. Grassi, non so come faccia a ritenere che l’inquinamento esiste e contemporaneamente giudicare senza senso la discussione circa sua influenza sul clima. L’inquinamento globale altro non è che la sommatoria di infiniti inquinamenti medi e piccoli, alcuni li vediamo o conosciamo, dei più non sappiamo nulla, a meno di competenze particolari. E' noto che gli organismi vegetali hanno avuto un ruolo fondamentale nel "ripulire" l'atmosfera dalla CO2 ed è inoltre facilmente intuibile che la composizione dell’atmosfera ha effetti sul clima, anche se ad oggi i meccanismi non sono chiari. Essendo quello descritto un processo reversibile, è chiaro che è possibile tornare indietro: basta bruciare biomassa e combustibili fossili presenti sottoterra. Ed è quello che stiamo facendo da circa 150 anni, ma adesso la globalizzazione ha dato al processo una dimensione e un’accelerazione tali da ritenerlo pericoloso. Concordo con lei che attorno al tema ambientale c’è molta emotività, estremismo, poco senso pratico, troppi personaggi poco preparati ma gonfi di ambizioni personali, ma è altrettanto vero che ad oggi nulla si sta facendo, non dico per migliorare l’uso delle risorse, ma nemmeno per ridurre gli sprechi più inutili. E questa mi pare la colpa più grave.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi