cerca

Risarcimenti storici.

23 Ottobre 2008 alle 18:22

“Percepita” da un tg la notizia che la Germania era stata condannata a risarcire le vittime (anzi i loro eredi) delle stragi naziste del 1944, sono rimasto infastidito, come qualche tempo fa, quando si parlò di risarcimento per il traffico di schiavi esercitato secoli (!) fa. La schiavitù (peggiore di quella) sussiste ancora nel mondo, legale ed illegale, come sempre è esistita (se solo pensiamo ad Abramo, venerato nelle tre religioni monoteiste che ci riguardano da vicino). Oggi a pagina 12 di “Avvenire” ho trovato l’articolo di Giulio Isola dal titolo: “Stragi naziste. – La Cassazione: lo Stato tedesco dovrà risarcire le vittime del massacro di Civitella, in Toscana”. Ancora la Cassazione? Mi è dal sen sfuggito: continua con le decisioni choc, come i pretori d’assalto degli anni ’60? E mi sono chiesto inavvertitamente: di cosa risarciamo i libici, mentre, al contrario, dovremmo farci risarcire per le depredazioni che abbiamo da loro subito molti anni dopo? Invece ora ci lasciamo colonizzare! Pertanto ho realizzato che devo studiare, io molisano erede dei Sanniti, benché lombardizzato, la possibilità di procedere nei confronti dello Stato italiano, erede dei romani, per aver distrutto i miei antenati, eliminandone quasi ogni traccia, come hanno fatto anche con etruschi e cartaginesi, i nemici più pericolosi. E non ci sarebbero neppure conflitti internazionali! E, fra l’altro, l’Italia ora sarebbe probabilmente diversa, il mondo tutto potrebbe essere diverso, probabilmente migliore, non traendo origine da figli di NN (poiché, devo confessare, non mi convince per niente la tradizione dell’impossessamento della pura vestale Rea Silvia ad opera di quel violento di Marte).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi