cerca

Women on waves

18 Ottobre 2008 alle 12:40

Donne sulle onde... definizione quasi poetica, se non fosse che sulle onde queste donne portano... l'aborto! Si: Women on waves (WOW così la sigla!)è l'associazione olandese che esporta l'aborto su una nave, una clinica galleggiante che porta l'IVG "a domicilio", là dove le leggi in materia sono più restrittive, quindi le donne hanno più difficoltà a... "scegliere"! Ora la nave è in Spagna, a Valencia, dove non attraccherà nel porto, ma resterà ancorata in acque internazionali, onde poter fare ciò che le leggi spagnole non permettono. La WOW, ovviamente, fornisce anche, dietro richiesta scritta, pillole abortive a chi non riesca a procurarsele a casa sua. Non fa mancare proprio nulla. La fondatrice di questa associazione "umanitaria", Rebecca Gomperts, è stata un'attivista di Greenpeace, quella stessa, altra associazione che, se non ricordo male, anni or sono si fece interprete accesa, paladina agguerrita della lotta contro l'uccisione dei cuccioli di foca. Singolare accostamento... che finisce per gettare un'ombra sinistra anche sulla punta di diamante della lotta per l'ambiente. Greenpeace. A proposito dell'aborto diceva Madre Teresa che non ci potrà essere alcuna peace - né green, nè degli altri colori dell'arcobaleno, aggiungo io - finchè si permetterà a una donna di uccidere il bambino che porta in grembo. E io credo a lei.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi