cerca

Non di solo mercato vive l'uomo

17 Ottobre 2008 alle 20:10

Ultimamente leggo svariati articoli i quali, con notevoli contorsioni mentali, tentano di spiegare che... sì, lo stato deve intervenire per salvare banche, assicurazioni, forme di parmigiano, auto, etc... ma il mercato rimane al di sopra di tutto, intoccabile ed intangibile. mi permetto di osservare che queste dotte disquisizioni hanno l'unico scopo di convincere ed autoconvincersi che l'ortodossia mercatista è ancora integra e vitale. La realtà è invece che il mercato, senza l'intervento dello stato, sarebbe crollato su se stesso. un bagno di umiltà per i sostenitori ad oltranza del mercato sarebbe auspicabile.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi