cerca

Onora il padre e la madre…

16 Ottobre 2008 alle 09:27

In pieno accordo con il signor Pizzuti da Roma, esprimo il mio risentimento - io uso un eufemismo ma la reazione è la stessa! - sulle vicende Maso e Carretta, due esempi di come la nostra giustizia garantisca a chi ha compiuto il peggiore tra i delitti, l'omicidio dei genitori, di farla franca in breve tempo. Non proprio l'impunità, ma quasi, data la gravità della colpa. Il non-rispetto della vita umana, che si esplica nell'accorato sostegno - e ove si possa nella pratica - di aborto e eutanasia, si esprime anche nell'atteggiamento condiscendente verso questi delinquenti: addirittura Carretta ha avuto in eredità la casa dove ha compiuto le sue atrocità! Si sarà pure pentito, ma anche il premio, porca miseria! Eppure è così. Così è la Giustizia. Così secondo il giudizio umano. Toccherà proprio aspettare quello divino per avere giustizia vera?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi