cerca

Le proteste degli studenti

16 Ottobre 2008 alle 17:00

Le proteste degli studenti sono abituali, in questo periodo dell'anno, da almeno trent'anni a questa parte, e ciò a prescindere dai motivi. È diventata una deleteria abitudine della quale,nella nostra società, molti non si sono resi conto e molti, invece, sì ma senza attribuirle alcuna importanza, salvo poi scaricare sul sistema-scuola, con deprecabile faciloneria, colpe varie tra le quali è d'obbligo la scarsa preparazione che mette gli studenti italiani agli ultimi posti nella graduatoria europea delle competenze acquisite. La realtà è che, a ben guardare, i nostri ragazzi, spesso per la verità strumentalizzati da adulti senza troppi scrupoli, prendono a pretesto i più disparati motivi,anche fasulli, per trascorrere allegramente il primo periodo dell'anno-se ci si fa caso più o meno fino alle vacanze natalizie-tra "scioperi" (meglio sarebbe definirli "astensioni dalle lezioni"), di cui molti di loro neanche conoscono le motivazioni,e assemblee preparatorie portate avanti,spesso malamente, nell'indifferenza pressoché generale.Tutto preferibile alle lezioni impegnative e certamente meno piacevoli dell'andare in corteo con variopinti cartelli, ripetendo sguaiatamente slogan la cui preparazione ha richiesto,questa sì, grande acume di ingegni.Che poi la conseguenza di tutto ciò sia una nociva discontinuità delle lezioni,una mancanza di concentrazione nell'apprendimento delle varie discipline,insomma un anno scolastico deficitario sotto molti aspetti,poco importa. Il magro risultato degli esiti finali sarà sempre e comunque attribuibile alla Scuola(ente astratto),alla mancata riforma(richiesta a gran voce da tutti), al ministro(che quando propone la riforma viene immancabilmente contestato), agli insegnanti(fannulloni,assenteisti e incapaci di suscitare negli alunni un piacevole interesse sì da indurli ad un facile e proficuo studio ).Gli studenti no,loro non hanno responsabilità alcuna,poverini;loro sono le vittime.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi