cerca

Investire su Dio (III)

14 Ottobre 2008 alle 20:00

Il senso della scommessa pascaliana, in termini razionali, può essere esattamente rovesciato: vinco solo se credo in Dio e Dio esiste, perché in tutti gli altri casi o mi sono tragicamente sbagliato (credo in Dio ma Dio non esiste, non credo in Dio ma Dio esiste) oppure ho azzeccato una verità (non credo in Dio e Dio non esiste) che mai avrei voluto azzeccare. Delle quattro opzioni una sola,quindi, è davvero favorevole; meglio non scommettere su Dio, quindi, e magari investire su quel Dio (la verità?l'amore?) che è già per ciascuno un premio per se stesso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi