cerca

Da De Monticelli a papà Englaro (passando per Ferrara)

13 Ottobre 2008 alle 19:50

Si discuteva, settimana scorsa, se la coscienza possa disporre della vita che la ospita. Alla Signora De Monticelli che pensava di sì, Mons. Betori opponeva due argomenti, uno logico e uno ideologico. L’argomento logico è che, essendo la vita condizione per la scelta non può esserne anche l’oggetto; quello ideologico è che la vita è un dono di Dio e perciò indisponibile. L’argomento ideologico è per sua natura inconfutabile e insufficiente, dato che vale solo per i credenti; quello logico è discutibile in quanto relega la vita a mero presupposto materiale della coscienza, così sottraendola ad ogni valutazione morale. La scelta di chiunque abbia preferito morire per un ideale anziché rinnegarlo e continuare a vivere, diviene un atto puramente irrazionale; la coscienza che l’ha ispirata, delirante. Difficile crederlo. Restano le preoccupazioni di Ferrara per la coscienza misteriosa ed abissale che non fonda né la morale né il diritto, giudizio che pare ingeneroso ed ingiustificato (come se virtù laiche non esistessero e come se il diritto romano non fosse il prodotto di una società per lungo tempo laica e virtuosa) e gli allarmi di quelli che vedono nella libertà di autodeterminarsi un pericolo per la propria libertà (ma è vero solo il contrario) Il caso di Eluana è altra faccenda. Il tema è quello dell’accanimento terapeutico, cui la Costituzione subordina la libertà del paziente di rifiutare delle cure. La Cassazione, su istanza del tutore legale dell’interessata (il padre) ha ritenuto la fattispecie realizzata basando la propria decisione, non sul consenso presunto di Eluana (anzi, fosse stato scritto 15 anni fa non avrebbe fatto differenza) ma sugli elementi oggettivi forniti dal quadro clinico della ragazza e dalla letteratura scientifica. Presentare una vicenda di amore e pietà come un simbolo della strisciante cultura di morte è grottesco. Può essere che mi sbagli. In tal caso non abbiate riguardo: diteglielo a papà Englaro che è solo un assassino.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi