cerca

Cristo contro Cartesio

13 Ottobre 2008 alle 14:44

No, Eluana non sta morendo, è il suo corpo che sta cedendo ,come una macchina senza guidatore che va per inerzia e magari potrebbe schiantarsi al primo albero. Ma naturalmente ciò è stato detto innumerevoli volte, e il muro che divide chi in sostanza crede che Vita sia anche il mero processo biologico e chi invece non si accontenta di ciò ma dà alla Vita un valore subordinato all'autocoscienza e alla relazione col mondo non sarà certo facilmente superabile .C'è un contrasto tra un materialismo sacrale e un individualismo che si pone come ultima barriera invalicabile da un pensiero che non conosce il sacro. Uno iato incolmabile tra chi riesce a vedere il sacro persino nella più banale funzione fisiologica e chi di fronte a un mondo dove tutto appare incerto e contraddittorio l'unica certezza cui potersi aggrappare è il proprio io, la consapevolezza del proprio dolore. Cristo contro Cartesio. Ma, appunto, Cristo chiede la fede in lui, il suo è un abbraccio terribile e sublime con l'umanità con tutto il suo carico di miseria, che non è per tutti e che non può essere imposto per legge.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi