cerca

Victor ed Eluana

10 Ottobre 2008 alle 10:15

Leggo le ultime novità sul caso di Eluana, non ci capisco molto perchè non ho dimestichezza con Procure, Consulte,Corti di Cassazione o di Appello … Poi leggo una lettera di don Aldo Trento, missionario in Paraguay, che racconta della sua esperienza al Meeting di Rimini e del suo successivo ritorno ad Asunciòn dove ritrova i suoi piccoli, i suoi figli li chiama lui, ospiti di una piccola clinica o di case-famiglia. Ma in particolare racconta del piccolo Victor di un anno, idrocefalo, le cui condizioni si sono repentinamente aggravate: «D’improvviso, attraverso l’apparato messogli dai medici, è uscita tutta l’acqua della testa, quell’acqua che avvolgeva il suo piccolissimo cervello. Una immagine impressionante, dolorosissima. È come guardare un pallone da calcio bucato. […]Io lo guardo, piango, soffro perché Victor è Gesù, il mio piccolo Gesù che agonizza, che soffre, che geme, che chiede un po’ di amore. […]Chiedo a Gesù di aiutarmi perché questa piccola ostia bianca, ridotta ad un “mostro” – così lo definirebbero quanti in Italia vogliono che Eluana muoia – tenga desta in me quella drammaticità toccata con mano a Rimini. […] Eluana non può morire se Dio non ha ancora deciso. La vita è sua, di Dio… se la uccidiamo saremo tutti più poveri e disgraziati. » E mi tornano in mente le parole pronunciate da Benedetto XVI all’ONU: « Quando vengono presentati semplicemente in termini di legalità, i diritti rischiano di diventare deboli proposizioni staccate dalla dimensione etica e razionale, che è il loro fondamento e scopo. »

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi