cerca

Non c'è pace tra gli ulivi

6 Ottobre 2008 alle 16:05

Dopo la grande manifestazione dei dieci mila di venerdì 26 settembre, l’assemblea dei genitori e insegnanti delle scuole di Bologna, ha deciso di organizzare, il 15 ottobre, nella settimana in cui il decreto legge contro la scuola sarà in senato, una nuova grande iniziativa.

Loro vogliono chiudere la scuola di qualità? Vogliono tagliare il tempo scuola? E allora noi a scuola ci andiamo anche la sera e la notte, insieme ai bambini e alle bambine, con i loro orsacchiotti e sacchi a pelo.

E per ogni scuola occupata ce ne saranno altre, da quelle dell’infanzia fino alle superiori, dove verranno comunque organizzate assemblee, feste, azioni di propaganda di strada.

Genitori, insegnanti, dade e studentesse e studenti di tutte le età porteranno addosso fin dal mattino i simboli di questa giornata, le magliette, i fiocchi, gli adesivi, i ritratti della “somara unica” e stenderanno striscioni ai cancelli, telefoneranno a tutte le radio, da quelle libere veramente a quelle commerciali che accolgono le dediche in diretta.
 Essendo in una democrazia tutto è consentito, tutto è lecito, ma quando finisce, qual è il limite, del diritto allo sciopero, al diritto di manifestare, al diritto di sfruttare i bambini e portarli in piazza, ora anche di notte, per contrastare e boicottare una riforma giusta, dato i tempi magri. Tutti, ad un tratto sono diventati psicologi, pedagoghi, soloni portatori di verità assolute. Vivo nella scuola da 35 anni, ne ho viste di tutti i colori in nome dell'educazione dei bambini. Da tanti anni se ne parla, ma mai è stata portata a termine, questa maledetta riforma. Penso che sia giunto il momento di far sentire la nostra voce, la voce di chi non è condizionato da ideologie perfezionistiche, che sono impossibili da realizzare. E' necessario che si scenda in piazza per dimostrare che un' Italia che la pensa diversamente e che ha votato diversamente da coloro che vogliono l'immobilità permanente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi