cerca

L'alibi del razzismo

6 Ottobre 2008 alle 15:25

Deprecabili e ingiustificati episodi di violenza nei confronti di immigrati sono subito ricondotti al razzismo del quale, peraltro, si incolpa l'intera nazione. Cortei e trasmissioni televisive sul tema dell'Italia razzista si sprecano. Quando gli autori di episodi di violenza, ben più numerosi e continuati, sono perpetrati ai danni di italiani, spesso anziani o donne, non si organizzano cortei contro lo straniero delinquente (non si puo' generalizzare, poi ci sono i diritti umani e il politically correct) e tanto meno dibattiti e trasmissioni televisive. Cosi' il razzismo diventa un alibi per consentire ai delinquenti di delinquere, agli Italiani di essere discriminati ed insultati e alla sinistra di approfittare per creare disordine. Gli Italiani non sono razzisti, sono solo stanchi di subire una politica scellerata di immigrazione selvaggia, la mancanza di fermezza nei confronti dell'illegalità e l'ipocrisia strumentale che si nasconde dietro i falsi appelli alla solidarietà ed all'accoglienza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi